venerdì 29 giugno 2012

LETTERA A UNO SCEF PLURISTELLATO E LA GIOIA DI RITROVARE IL FIGLIOL PRODIGO

Caro schef ( lo dico così alla bolognese, che ci intendiamo) pluristellato,
siamo nati molto vicino io e te.... tu a medicina, io a vedrana....
io a dire il vero sono nata un pò prima di te e fatico ancora a dare una risposta precisa a chi mi chiede cosa fai, tu invece sei schef di grande fama e nessuno te lo chiede cosa fai, perchè lo sanno tutti.
Scusami se mi permetto, ma volevo dirti solo una cosa : tutti nascono comis.... ma se muoiono comis non è solo colpa loro... è colpa anche di chi gli insegna che non ha trovato il modo giusto.....
prince lavorava con me prima che corresse dietro alla tua avventura....
Non ti nascondo che non è stata una convivenza facile, tre anni insieme sono tanti per l'età che ha lui e in tre anni se ne imparano delle cose, se si ha voglia.....
si , ci siamo scazzati spesso, ma tra noi due c'è sempre stato un patto di tolleranza, qualcosa che faceva superare ad entrambi le spigolature forti dei nostri caratteri,e ci permetteva ugualmente di essere complici, di ridere insieme.
la cosa più bella che prince ha secondo me è la risata... è contagiosa... gliela invidio...
io non sono una gran cuoca, anzi non sono neanche una cuochetta.... ma vivo con passione il lavoro che faccio e cerco di trasmettere questa passione nelle persone che mi stanno vicine, in particolare ai ragazzi....
e prince , con noi ne ha fatta di strada....
la cosa più importante che ha imparato è stata quella di gestire il tempo e tu sai quanto questo sia essenziale per lavorare in brigata....
forse a volte per raggiungere la meta corre troppo e c'è qualche sbavatura.... ma cavolo, qualcoisa dovrai fare pure anche te, ti pare?
io lo chiamavo l'uomo delle lasagne.... te, gliele hai già fatte fare? no????? ma come!!!! che errore......
tu sei bravo, decisamente bravo.... e sono contenta che tu debba completare quello che io avevo iniziato perchè tu di cose in cucina ne sai molte più di me .... spero solo che tu sia bravo anche come insegnante.... ma credo di si, il tuo sorriso me lo dice....
io non ti conosco di persona.... ho mangiato un paio di volte da te quando eri alla solarola e mi hai colpito.... è stata la prima volta che ho mangiato una marmellata assieme ad un formaggio.... e per me fu una folgorazione....
non ricordo altro di quei 2 menù, ma quando ci penso sorrido inevitabilmente....
ma veniamo al fattaccio....
tu mi hai rubato già 2 ricette. ora dico sempre io, le ricette sono di tutti e vanno condivise, ma la buona educazione è una sola, potevi anche chiederlo!!!!!
anzi, le peschine non sono neanche mie ma della mia mamma , la cesira, cui io dicevo sempre quando ero alla dondina... mamma... più piccole, le voglio più piccole.... e vuotale bene, mi raccomando ( con cosa le vuoti te? io faccio usare lo spellucchino...)e lei , che credo abbia fatto solo la terza elementare, le faceva scientifiche, una uguale all'altra , identiche, le sue peschine sono LE PESCHINE....
anche il budino brulè ( te lo chiami brulè o fiordilatte?)non è mio , ma patrimonio assoluto di mia sorella DINONELIEVITOMADRE che sostiene averlo ricenuto in eredità nel DNA, anche quello dicevo, mi hai rubato...
Noooo, non mi hai rubato niente.... sei solo arrivato dopo (semplicemente perchè sei più giovane....) e quando io ho visto non so dove le peschine piccole come quelle che facevo fare alla cesira, e il fiordilatte cotte negli stampini di silicone per poi farne della pasticceria mignon.....
insomma, quel che volevo dire è che io mi vanto di aver fatto da sola, lo stesso percorso mentale di uno schef pliristellato..... pappappero.....
comunque.... se hai un attimo di tempo, lascia la Carla con prince un paio d'ore ( solo un ganzo come te può portare una donna dell'età della carla a londra.....)
e lui ti proporrà un piatto che so già ti farà commuovere, e ti ricorderà la tua nonna e quando eri bimbo.....
Prince, sfoglia bella colorata, tagliatelle larghe.... poi friggi e asciuga bene ( sala! mi raccomando sala!!!!!) e fatti onore.....
e ricordati.... il posto di funanboloequilibrista nel prestigioso circo di budapest te lo teniamo sempre libero...

con affetto ad entrambi
Martaspettinata

BASTA POCO..... I GIRASOLI RIAPRONO AD AGOSTO PER CHI NON VA VIA

….BASTA POCO PER ESSERE FELICI……. …ma cosa ci sta succedendo? Siamo diventati diffidenti su tutto, non sopportiamo di essere toccati…. Pensiamo sempre male, sempre e comunque ( cosa ci sarà sotto??? Cosa non ho capito? ) Io, che sono fatta a rovescio…invece sto passando un periodo contrario….. mi va di toccare le persone che incontro….. mi va di abbracciarle e baciarle…. Le spiazzo anche… perché mi piace baciare l’interno del collo, non quella cosa cretina guancia con guancia e schiocco delle labbra….. e le persone restano di stucco, vorrebbero ritrarsi ma io niente…. e smakkkkkkk!!!!!!! “son tutto/a sudato/a”: e allora? Ci facciamo la doccia una volta al gurno, cosa ci sarà di così sporco e puzzoso nel tuo collo? E l’altro giorno, quando, in piena fase “Cretina” ho cominciato a messaggiare… basta poco etc… etc…. a tutte le persone che hanno un posto nel mio cellulare ( a dire il vero non ho ancora finito, finirò oggi) quello che ne è uscito è stato questo : -chi sei? Non ti conosco - con chi è che mi devo divertire? - ciao marta ho ricevuto un sms , ma sei sicurache dovevi mandarli a me? - si mia cara è vero ma meno di tutto non vale la pena il nostro cuore è insaziabile - una zolletta di zucchero - E’ vero basta trovarlo. Gino si è operato di tumore in aprile è andato tutto bene e per noi questa è felicità -si quarant’anni di vita insieme -non è il poco o il tanto che dà felicità quanto avere tutti i nostri recettori positivamente orientati e capaci di elaborarli. Con gioia prendo atto che sei in questo stato di grande positività - cosa è successo marta? -hai qualche idea per me per essere felice? Sarà semplice. Basta poco! -sei in una fase spirituale….comunque penso che basti davvero poco x essere felice… il problema chequesta società e la vita di adesso ti fa vivere di alti e di bassi momenti….. bisogna guardare chi muoredi fame e a quel punto pensi che sei nato fortunato….bisogna sper vivere di piccole cose!.....faremo un bel dialogo un giorno ok…. - con chi dovrei essere felice se non so il tuo nome? - però non è da tutti esserlo….. -per esempio cosa? Il neuroma di morton? -cioè? -il problema è restarlo - insegnami tu -devo trovare quel poco …….. ………. …………… ………….. E ALLORA HO PENSATO…… Che mi faceva piacere aprire le porte dei girasoli ad agosto e quindi ufficializzo I GIRASOLI VILLAGE – I GIRASOLI CAMPING – I GIRASOLI 5 E PIùSTELLE aprono i battenti dal 5 al 26 agosto Mette a disposizione le cose che già sapete : acqua di fonte, legna, prato, ponte tibetano. Tutto il resto portatelo voi. Dovete avvertire perché il portone sia aperto e i cani sistemati… È gradito arrivare spettinati e con il sorriso sulle labbra. Basta poco per essere felici. Tutto qua Martaspettinata

domenica 24 giugno 2012

LA STORIA DI MARTA OCARINA E DELLA DONNA CANNONE
Sottotitolo: 18 anni tra gioie e dolori

Partiamo dal principio che non tutte nascono ocarine e non tutte nascono donna cannone ma....quando sei stato generato sotto la stessa stella ed i caratteri si sono fissati nel tuo essere difficile sbagliare....e che quando la vita mette un'ocarina ed una donna cannone sulla stessa strada....l'alchimia è inevitabile!!! Aggiungi che l'ocarina e la donna cannone sono intercambiabili...una fotocopia anche se ancora non lo sanno....ed il gioco è fatto!!!
Purtroppo troppe cose solo il tempo te le fa afferrare completamente....ma la vita ti fa comunque un grande regalo...ti da sempre una seconda possibilità, quella che serve a chiudere il cerchio magico, quel cerchio che chissà in quale vita si è aperto e chissà in quale vita futura si chiuderà!
Questa storia inizia circa 25 anni or sono....la donna cannone non lo è affatto o, almeno non sa di esserlo, così come non ha idea del fatto che quel suo essere ocarona fuori non è altro che il riflesso dell'ocarina che diventerà poi....l'ocarina, complice il fatto che ha qualche primavera di più, ha capito benissimo di essere una donna cannone ed i caratteri di ocarina si stanno ben formando ma....al momento si sente ancora un misto medio tra ocarina e anatra e si sente ancora troppo spesso vicina più al forno ed alle patate che allo stagno....
Ovviamente nella storia ci sono altri personaggi.....il direttore del circo.....una fiera bruttissima dentro e fuori con i denti sempre ben in vista e...... qualche pagliaccio...non ho mai amato i pagliacci....mi spiazzano......non riesco ad entrare nella mente pagliaccia....non divaghiamo!!!
Il circo è ai primi albori..inizia a muovere i primi passi ma ancora nn è rodato, non è perfetto anzi ancora....non è ma le basi ci sono tutte.
Tanto per stringere e non essere noiosi....lo spettacolo va in scena tutti i giorni all'inizio con pochi spettatori ma, negli anni aumentano le attrazioni alcune vanno e vengono e non si trattengono altre trovano nel circo la folle famiglia che li accoglie e si fermano. Perchè è pur vero che la famiglia del circo non è proprio quella classica da mulino bianco ma sicuramente è particolare e proprio per questo stimolante....sicuramente è la famiglia adatta per chi ha orecchie lunghe lunghe ed occhi per guardare oltre le apparenze ed i luoghi comuni, ottima per chi è nato ocarina o donna cannone perchè è l'unico posto al mondo dove hai la possibilità di coltivare il tuo essere originale...... maniscalchi, parrucchieri, truccatrici, stallieri, autisti ........ non solo saltimbanchi, trapezisti, contorsionisti, mangiatori di fuoco o incantatori di serpenti...in questa famiglia si guarda sempre oltre.....non ci si ferma alle apparenze ma si cerca sempre il meglio che ognuno può offrire.......e.....se è pur vero che a volte si cade rovinosamente......ti viene sempre dato lo stimolo per rialzarti, pulirti le ginocchia dai sassolini che si sono conficcati nella carne e riprovarci.....certo! Devi avere orecchie lunghe lunghe ed occhi per guardare oltre...ma la possibilità viene data a tutti.....alla donna più prolifera del mondo, alla donna che piange sempre, alla panterona tacchettata, all'esotico dagli occhi buoni, al maniaco non so far nulla, al maniscalco/parrucchiere, all'insaponatrice di pavimenti, a chi pensa che il tempo passi veloce quando ci si diverte....a tutti insomma....
Ed è proprio in questo clima che l'ocarina affina le sue tecniche e che la donna cannone, dapprima titubante, decide finalmente di provare il volo tra le stelle....si cade a volte, la carica del cannone non è da subito perfetta ma...basta avere occhi per guardare oltre e lunghe orecchie per sentire cosa batte nel cuore di chi ti sta accanto ed il gioco è fatto!

ops!! mi sa che ho sbagliato donna cannone.....

questa è giusta!!!

Adesso il circo è al completo!!! Lo spettacolo va in scena tutti i giorni....a volte anche la notte.....VENGHINO SIORI VENGHINO CHE LO SPETTACOLO VA A INCOMINCIARE!!!!!!
Ma...come tutti i circhi che si rispettino, la storia ha una fine.....un brutto incendio, forse un fulmine, un corto circuito o la sigaretta buttata nel cestino dei rifiuti...chi lo sa?
Si lotta, si corre, si piange, ci si dispera......ma ormai è la fine...il circo chiude!!!

Ma la vita non ha chiuso il suo cerchio e la donna ocarina e la donna cannone non hanno finito di dirsi tutto quello che avevano nel cuore, non hanno finito di dipingere quella tela che tra uno spettacolo e l'altro avevano iniziato e che sono riuscite a salvare dall'incendio e, dopo 10 anni, decidono di ritirare fuori i pennelli e la tavolozza ma anche pastelli a cera, pennarelli, acquerelli, carboncini......e di finire la loro opera.....perchè se così è scritto così sarà......e se lo spettacolo deve andare in scena un'altra volta chi sono loro per impedirlo?

Martaocarina sono molto contenta di essere diventata Claudiaocarina....Martadonnacannone un volo tra le stelle lo possiamo fare ancora assieme....Martaboccadirosa adesso tocca un po' anche a me l'appellativo Claudiaboccadirosa.....tu che sai che c'è chi l'amore lo fa per noia, chi se lo sceglie per professione ma c'è anche chi lo fa solo per passione.....perchè guarda oltre sempre e comunque!!


THE END!!!!!

NON AMARE MAI SENZA AMORE
NON VIVERE MAI SENZA VITA

(Madre Teresa di Calcutta)


sabato 23 giugno 2012

STORIA DI UN CATERING CON 5 MAIALI , DI UNA GRAN SBERLA E LA PARABOLA DEL FIGLIOL PRODIGO


I giovani, si sa, hanno tanti pregi ma anche tanti difetti…. Il primo difetto è sicuramente la presunzione di avere sempre già capito tutto e di avere sempre e comunque ragione……il secondo difetto è quello che, sapendo di essere belli, diventano inevitabilmente narcisisti….(figliolo che siedi alla destra del padre in questo momento….. questa è per te, voglio essere sicura che la capisci….anzi, per essere sicura che capisci, avrai per sempre il soprannome di Narciso)

Questa storia avviene nel tempo dei tempi, è una storia  vera, che mi riguarda, ed è avvenuta quando ero giovane ( vediamo di non divagare, ovvio che una 55enne che ha lo spirito di una 5enne non abbia molto chiaro il senso del tempo), ero giovane bella e forte ( non c’avrò il senso del tempo ma gli occhi ce li ho belli e buoni), ero la discepola prediletta, e come tale mi era concesso  sedermi  alla destra del padre ( anzi, conoscendo le mie idee politiche mai nascoste e sempre portate avanti in campo , con tutte le contraddizioni del caso, potevo sedermi alla destra o alla sinistra, secondo mio totale piacimento), insomma, ero martaNarcisa di nome e di fatto….

Naturalmente io avevo già capito tutto, gli altri non avevano niente da insegnarmi….ed ero tanto serpe ( bastarda inside) da fingermi diversa , sapevo stare zitta, ero gentile, avevo una parola buona per tutti, anzi, addirittura non usavo neanche il linguaggio da scaricatore di porto ( cazzo merda culo ), ma ero
Marta-perfettina-a-modino ( una noia mortale) anche se qualche segnale trapelava ( sarebbe bastato guardarmi i piedi con le infradito…) ma questa è una storia che riguarda uomini ( e donne che in realtà sono uomini dentro….) e … io lo dico sempre…TUTTI UGUALI GLI UOMINI…. guardano solo la gnocca….figuratevi se mi hanno guardato i piedi…

Forte delle mie precedenti esperienze ,ero giovane, ma il mio curriculum era invidiabile e da vera Martanarcisa vado ora  ad elencare:
-         prima esperienza come lavapiatti presso la trattoria SANDOKAN da cui trassi il seguente motto ( ma dove sei andato a prendere tutti questi tegami sporchi, da Sandokan?)
-         seconda esperienza stage a pagamento ( oh, non c’è verso, le donne sono tutte stronze- presenti esclusi, of course…) presso il catering RISATA E RISATA da cui non trassi esperienza alcuna.. anzi , l’unica esperienza è stata quella di pagare uno stage per niente
-         terza esperienza presso un catering di s. giovanni in laterano , esperienza estremamente formativa perche mi ha dato le basi per la realizzazione del circo di Budapest.-ci sarà pure stata qualche imperfezione tecnica, ma quando uno fa un lavoro che gli piace, si sente, e, onore al merito, lo stage è stato completamente gratuito.
-         Quarta esperienza  presso una multinazionale (catering che vola, ricchi premi e cotillons per tutti ). Esperienza nulla – grande fumo, poca sostanza.
-         Quinta esperienza presso schef ( alla bolognese, che le sue radici di medicina non le ha mai nascoste ) plurinominato e pluristellato…. Esperienza sconvolgente….. mai e mai avrei pensato che persona così altolocata potesse rubare i piatti agli altri….. e che sia chiaro per tutti, LE PESCHINE E IL BUDINO BRULE’ SONO RICETTE DELLA MIA FAMIGLIA, e pertanto, soggette a copiright….
Essendo persona veramente nota, ci ho messo un po’ a capire che invece di apprendere io da lui, apprendeva lui da me ( si sa, la fama è una brutta bestia), ma all’ennesimo tentativo di furto ( le tagliatelle fritte le avevo appena create e non ancora brevettate) ho deciso di andarmene

La sesta esperienza non si è concretizzata per pura noia…. Era presso la FRANCE….. di modena…
A parte il fatto che era richesto di togliere tutti i denti e mettersi una dentiera ( il gioco era- ti do una cosa tipo una pagnotta, che tu conosci solo solida, da masticare…. E ti tolgo la dentiera… così sei costretto , seguendo il famoso detto CHI HA PANE NON HA DENTI, di fingere che la pagnotta sia liquida….anzi adesso che ci penso forse sto facendo un po’ di confusione con le regole….)
Insomma, lì mi sono annoiata prima di cominciare…

Per oggi basta, le lezioni importanti vanno riprese più volte…. E quindi aspettatevi la seconda puntata. Adesso è suonata la campanella, c’è ricreazione….

P.S.  dedico questa prima puntata a Prince, che mai e poi mai avrei pensato mi mancasse così tanto….
Ieri il Circo di Budapest si è esibito per la prima volta, anzi, sono solo state le prove generali, la prima c’è oggi…
E mi sei mancato da morire….. e con te, la tua risata contagiosa….
Cazzo però, io andavo anche più in là, presuntuoso che non sei altro….. se ti fermavi che so, a Imola o a Parma, sono sicura che oggi avresti fatto di tutto per esserci… ma te niente, sei sempre quello, esagerato su tutto…..

Martainsegnantesuigeneris

venerdì 22 giugno 2012

VISITA A MIO FRATELLO, IL MERCATO ORTOFRUTTICOLO E LE DONNE CON LE PALLE

 

SERGIO E LAURA, LA SORELLA VERA
Sergioilcontadino (dal cuore e le scarpe grosse e il cervello fino) è il mio fratello acquisito ( non so se lui avesse proprio bisogno di un'altra sorella visto che una ce l'ha gia, ma è bello grosso e dentro ci stiamo tutte e due..)... io invece di un fratello ne avevo bisogno...e me lo sono preso, ma questa è un'altra storia, e la racconterò un'altra sera............Sergio la notte va in mercato a vendere la frutta che raccoglie durante il giorno..... e come lui ce ne cono tanti...... che rubano le ore al sonno per riuscire a produrre e a vendere....


...GUARDATE CHE COLORI....

CLAUDIO FORMICHINA AL LAVORO


                                     ......di sicuro c'è una mano di donna dietro a questi mazzetti di lavanda.....
                                                              ....il mio fratellone che contratta per me........

Voi, mondo normale che la notte dorme, neanche vi immaginate di come siano operose queste formichine, dei loro occhi rossi, perennemente gonfi di sonno.... queste foto le ho scattate alle 2 di notte ed erano tutti stupiti..... sono parsa a tratti una dottoressa dell'usl che cercava tracce di chissà cosa..... e invece.... ero solo una pazza cuoca giornalista che voleva fare vedere al mondo intero cosa stava dietro alla cassetta di patate, o di mele.....tutte ve le metto le foto che ho fatto.... anche quella del signore che mi ha detto mi fotografi? e spero che il mio fratellone gliele faccia vedere lunedì e spero che loro si fermino un attimo, prendano un caffè e sorridano.....
                                                       ...PROFUMI E COLORI....
....il banco delle erbe aromatiche.....
                                                    ...ma fotografi anche me? ...se vuoi, si......
                                              Danilo!!!!!!!che piacere incontrare gli amici? cosa faccio qui?...la sema....
...Pierino, se i meloni non sono buoni lunedì te li riporto e lo sai dove te li infilo.....
......Allora speriamo che siano tutti cattivi!!!!!!!!!!!!!!
                                                                    ciao,ENRICO

Ma non è di tutti questi OMARACCI che vi volevo parlare, io volevo parlare delle mosche bianche che sono in mercato..... LE DONNE...
quelle che faticano il doppio per stare al passo di questi uomini, che spesso lasciano a casa bambini addormentati per poi tornare a svegliarli e accompagnarli a scuola, donne normali, che fanno i conti con i campi, il pranzo, la lavatrice e la polvere, i bambini, i nonni eppoi..... eppoi se li devono pure tenere i maschi che si sono scelti, e deve restare un briciolo di energia per essere belle......



E guardatele, come sono belle queste donne...... che non rinunciano al tacco, all'orecchino o alla collana, anche se sono le due di notte..... e sono belle, molto più belle e molto più sexi di tutte le modelle patinate che trovate nelle riviste..... mi dispiace non aver potuto fotografare Adele con il suo rossetto.... gran gnocca come la chiama Sergio......
GRAAAANDE MILAAAAAAAA

....Un reportage fotografico particolare alla mia preferita..... la MILA.....


......si noti lo scatto felino..... lo spacco....la collana........ quanto mi piace questa donna!!!!!
Ha dei modi fini che parrebbero non adatti in un ambiente così..... posso farti una foto mila? e lei correndo....ma no , magari domani..... e poi rassegnata davanti ai miei clic..... allora voglio una foto grande così........ l'avrai, la foto, è una promessa....

grandi donne ho visto oggi, donne con le palle.
Martaebasta


giovedì 21 giugno 2012

Eccomi

..hanno chiesto di me.

Avrei mille cose da dire, potrei parlarvi dei miei sogni delle mie paure dei miei colori del mio becco e delle mie piume... ma sento un lontano profumo d'arrosto. Mi sa che abbian preso mia sorella... 
intanto devo dire che sono un'ocarina travestita da anatra......anzi sono martaocarina...

e mi ritrovo con un sacco di cose da dire......
Biologicamente ho più di cinquant'anni.... ma il cuore e il cervello sono quelli di un'ocarina di 5 anni..... li avete presente i bimbi così sinceri, così immediati.... ecco , io sono così....
ho aspettato una vita che venisse il mio momento.... ( e io? ma non mi conviene più.... direbbe una mia carissima amica....) tante volte ho avuto paura che il mio momento non arrivasse più.... e invece eccomi qua, a ricominciare..... con due figli maschi di cui vado fiera, nati lo stesso giorno ( quando si dice il destino, poi....) che in certi momenti non mi sopportano ma in altri mi adorano....
... e se si ricomincia, lo si fa sul serio..... perchè è a me  che va il compito di trasmettere ai ragazzi la passione per quello che fanno ,ed è la cosa più bella che mi si possa chiedere, perchè insegnare è il mio primo mestiere, poi sono cuoca, domatrice di circo, pagliaccia e saltimbanca secondo i momenti..... in modo che questi bellissimi ragazzi con la luce negli occhi non vengano più chiamati bamboccioni e trovino la loro strada, e so che se anche sarà una strada che si divide dalla mia io sarò felice del loro entusiasmo .... e li seguirò sempre da lontano.... e le mie fatiche, i miei pianti, le mie cadute, i miei fallimenti di questi anni, avranno il loro significato... me lo sono chiesto tante volte perchè.... perchè.... perchè....

parchè,parchèparcom, rispondeva sempre mio padre quando da piccolina ero tutta un perchè e lui si stancava di rispondermi....

SONO QUELLA CHE SONO
Sono quella che sono
Sono fatta così
Se ho voglia di ridere
Rido come una matta
Amo colui che m'ama
Non è colpa mia
Se non e sempre quello
Per cui faccio follie
Sono quella che sono
Sono fatta così
Che volete ancora
Che volete da me
Son fatta per piacere
Non c'e niente da fare
Troppo alti i miei tacchi
Troppo arcuate le reni
Troppo sodi i miei seni
Troppo truccati gli occhi
E poi
Che ve ne importa a voi
Sono fatta così
Chi mi vuole son qui
Che cosa ve ne importa
Del mio proprio passato
Certo qualcuno ho amato
E qualcuno ha amato me
Come i giovani che s'amano
Sanno semplicemente amare
Amare amare...
Che vale interrogarmi
Sono qui per piacervi
E niente può cambiarmi
Jacques Prévert

Martainnamoratadellavita

Quack ! 

TOMMASO E FRANCESCA, IL CUOCO CARLOS E UNA BELLISSIMA SERATA

Christianilcameriere (d'ora in poi denominato Christianlospagnolo ) mi ha conosciuto quando la tiroide tirava davvero tanto.....e si è domandato: ma cosac'avràleiqua che tutti ne parlano.... ma da bravo cameriere dai modi perfetti è stato impassibile, ha sorriso, ha cercato di mettermi a mio agio e si è detto.... prima o poi lo capirò.... QUESTO E' SAPER FARE BENE IL PROPRIO LAVORO.... dovrebbe strascicare un pò di più i piedi e non portare le tennis in servizio, ma questo glielo perdono.... se non fosse stato nel suo locale, accanto alla divisa nera avrebbe messo scarpe nere perfettamente lucidate. Lui appartienealla categoria dei camerieri-a-modino-perfettini ( sono sicura che se esce con le infradito, può far servizio un giorno intero, ma al rientro sicuramente i piedi non importerebbe neanche lavarseli.....); una volta prendendo il ns furgone per andare a fare un servizio mi fa: ma non ce l'hai una scopa??? e poi vvvvai.... con scopa e mocio se l'è lavato tutto dentro... e io mi sono sentita una maiala.... ma non di quelle maiale che qualche volta mi piacerebbe pure di essere.... intendo la peggior specie delle maiale  .... ma non divaghiamo...
christianlospagnolo insieme ad un socio davvero spagnolo ha deciso da poco di aprire un locale (bodeguita, via majani 1, bologna ), ieri lo sono andata a trovare e mi è piaciuto.....il locale....i piatti... il vino....e il cuoco Carlos....
mi avevano chiesto consigli per il dolce.... gli ho portato "BOCCA A BOCCA" poi ho detto a Carlos che parla pochissimo l'italiano, Carlos.... la salsa deve essere bollente..... poi alla decorazione, alla presentazione devi pensarci tu, devi dargli un tocco spagnolo..... però prima uno te lo assaggi....che carino, lui ha fatto tutto quello che gli avevo detto...chissà se gli è piaciuto davvero....
a me la paella invece è piaciuta davvero..... e quando sono uscita ho detto sempre a carlos: carlos, io ti insegno a fare i dolci ma tu mi fai vedere come si fa la paella... mi metto lì in un angolino zitta zitta ( non è possibile, ma lui non mi conosce) e ti guardo fare la paella, ma voglio il riso con la crosticina..... vi piacerebbe imparare vero? beh, guadagnatevelo!!!!!!!!!!!!!!!!!
 dimenticavo: non ho le foto di tommaso e francesca, e quindi ne metto di altri bimbi ( che belli che sono), ma sempre a tommaso e francesca voglio dire di fare il solletico al loro papà e di insegnargli a ridere di pancia . A volte essere spettinati, aiuta tanto.
Martaffettuosa


mercoledì 20 giugno 2012

LA MASCHERA DI BELLEZZA AI PIEDI, IL SUICIDIO DEL MIO COMPUTER DA DISCOUNT E BASTAPOCO PER ESSERE FELICI

Che io sia fatta esattamente a rovescia si è già capito.... quindi non vi stupirò quando vi dico che mi sono fatta la maschera di bellezza ai piedi..... I piedi sono il mio tallone d'achille ( chissà se in un'altra vita sono stata achille..... devo studiare l'iliade.....); quando lavoro un pò più del normale e mi avvicino alle 20 ore consecutive, cominciano a farmi male le piante dei piedi..... se poi ci aggiungete che mi sono rotta un 'unghia che continua a crescere come gli pare a lei... e che cammino come una cavalla sempre e comunque ( sarà per questo cludia che stiamo cercando scardovi, maniscalco parrucchiere ,-e non esattamente in questo ordine-......ma questa è un'altra storia che racconterò prossimamente).... insomma l'altro giorno mi sono comprata 2 cosi pieni di crema che si infilano come calzini e dopo aver assistito al suicidio del mio computer mentre stavo ultimando il racconto sulle donne con le palle ( ma lo giuro, lo riscrivo!!!!!!)e la mia visita al mercato ortofrutticolo, ho pensato di consolarmi con questa maschera..... ho fatto tutto benino e mi sono addormentata ( per tetto un cielo di stelle, stanotte..... e neanche una zanzara.....). al risveglio, ho scoperto di avere i piedi morbidissimi.... insomma oggi c'ho i piedi da gran gnocca.......
MartaBASTAPOCOPERESSEREFELICI

domenica 17 giugno 2012

TORTINA MARIA ALLE ERBE MAGICHE

Chiariamolo subito, non sono una cuoca normale......anzi se vogliamo proprio dirla per bene non sono neanche  una cuoca..... a me piace utilizzare la mia fantasia sul cibo, scatenare emozioni, divertire....
(" taglio, affetto, sminuzzo, impasto, amalgamo, monto, creo, distruggo, ricreo, invento, illudo, illumino, stupisco, dipingo, coloro...."
" si, si, ma in sintesi?".....
"La sintesi non c'e', sono Marta, Marta-poppins punto e basta!")
e quindi,  è normale che posti una ricetta solo al quinto racconto.......
e poi una ricetta fatta di niente , semplicissima, una foto orribile ( ognuno c'ha i tutorial umani che  si merita.....) ma da una cosa fatta di niente, scaturisce un prodotto magico, capace di fare realizzare i sogni.... ma quelli nascosti, che neanche sapete di avere......
( divago: boh, qui ai girasoli si respira davvero un momento magico.... non sarà per caso colpa del terremoto????)
intanto prima di dare le dosi devo spiegare il titolo.....
perchè tortina maria....
....perchè mi ricorda il tortino porretta e  perchè le erbe che ho usato nella prima produzione vengono dall'orto di Porretta di Claudiadelsoledichiosi, mia magica amica appena ritrovata ( una volta nostra donna-azienda -nostra=mia e di Claudiol'incompiuto quando avevamo l'azienda di pelletteria.....)
.....e maria perchè maria è un nome comunissimo, potrebbe essere la nonna maria, la zia maria.....sono quelle ricette dei quaderni consunti o dei fogli volanti....quei dolci che scatenano ricordi e quando vai a leggere gli ingredienti non capisci perchè da un banalissimo dosaggio di prodotti poveri nasca ...un così grande capolavoro di emozioni......
e' che spesso noi abbiamo paura delle emozioni forti, e preferiamo tenerle dentro, per paura del giudizio degli altri.....
guardate invece i bambini ( ...parlo anche dei bambini che ci portiamo dentro......) imparate dalla loro spontaneità.....e guardate.....tutti i bambini sono bellissimi.....bellissimi e meravigliosi.....

...e belle sono le mamme..... le nonne.... e belli sono gli amici 
( ma perchè divago sempre...... )
una mamma giocherellona che non sa di esserlo...
 una famiglia come tante,il piacere di stare insieme
gli AMICI della PUBBLICA (il maiuscolo è voluto, sto urlando)


 le altre foto le metterò in altri racconti.... adesso veniamo agli INGREDIENTI:
questi ingredienti sono solo per chi ha orecchie per ascoltare  OLTRE e occhi per vedere OLTRE

dosi per circa 12 tortine ( la considero una dose sotto la quale non andare, considerate che vanno a ruba e che per fare effetto devono essere consumate in compagnia......)

150 GR BURRO  
150 GR ZUCCHERO
2 UOVA
200 GR FARINA
1/2 BUSTINA DI LEVITO
POCO LATTE PER RENDERE IL COMPOSTO UN Pò PIù FLUIDO
le ERBE CHE VI PIACCIONO....preoccupatevi solo che siano erbe commestibili....poi liberate la fantasia.....basilico, menta, erba limoncina, erbapepe, rosmarino, usate davvero quello che vi pare, quello che strofinandolo leggermente tra le dita vi lascia un profumo che vi piace....( fate finta di dover fare un mix per un profumo.....e mescolate...).le erbe possono essere secche o fresche, spezzate grosse o tritate fini, la quantità decidetela voi, vi dico solo di iniziare con poco, poi sarà il vostro gusto a guidarvi, finche la vostra tortina riuscirà perfetta.... e badate..... anche uguale a nessun'altra.....

Si mescola tutto in una ciotola ( andrebbe burro morbido+ zucchero, una bella mescolata, poi uova, un'altra bella mescolata.....infine farina e lievito).
Riempire degli stampini da muffin imburrati ( o quello che avete in casa, tanto li farete per il vs piacere e per quello delle persone a cui volete bene.....)
e cuocete in forno a calore moderato per una quindicina di minuti.
Fateli raffreddare e intanto chiaccherate con la persona con cui volete condividere il piacere che vi darà mangiarli ( ecco svelato l'ingrediente segreto!!!!! in tutti quei quaderni e quei foglietti volanti di ricette simili di nonne e zie manca sempre questo ingrediente- ma si sa, le nostre radici sono fatte di persone che non hanno fatto tanta scuola, e non c'avevano il cellulare, l'ipod e tutte quelle altre cavolate lì che aprono la mente- : il PIACERE DI FARE LA RICETTA PER UNA PERSONA A CUI SI VUOLE BENE, e che probabilmente passerà a trovarti ..... questo ingrediente non si compera..... si deve avere dentro..... ma tutti ce l'abbiamo, dobbiamo solo avere orecchie per sentire e occhi per guardare.
e' tutto per oggi, se vi va raccontatemi se la preparate.....
...claudiadelsoledichiosi grazie per le due ore trascorse insieme....sappi che non solo ho fatto pace, ma abbiamo gettato le basi per l'inizio di una nuova era....
come regalo dalla borsa di marta poppins ti regalo quest'idea che ho appena scritto ( tu hai sempre avuto le orecchie lunghe lunghe......), ti ci vedo proprio con la tua amica a commercializzarla....
a voi tutti la storia di claudiadelsoledichiosi e di bbvenerdì, il mio autista ( che sennò dormendo così poco vado davvero nel fosso prima o poi....) prossimamente... ma non so quando perchè c'ho un sacco di cose da fà.....
Martaoggivolapiùinaltodegliaquiloni

giovedì 14 giugno 2012

LE PORTE DEI GIRASOLI SI APRONO A NONNA LAURADI VILLA ARZILLA

E'successo all'improvviso, oggi, per colpa di una caduta e3 costole incrinate.....non èstato possibile programmare ed oggi èstato veramente il caos, ma devo dire che tutto è andato al suo posto e anche programmando non si sarebbe potuto avere risultato migliore.....La stanzina della nonna non è ancora pronta ed eravamo comunque in emergenza, ma direi che la nonna nonostante fosse un pò molto frastornata ha capito che era bene accetta e tutti abbiamo fatto quello che volevamo senza pestarci i piedi...........Claudio l'incompiuto ha pensato alla cena, io sono arrivata per ultima come sempre ed era tutto in tavola..... la nonna era stanca e non ha nemmeno sparecchiato ed è ancora tutto lì, come faccio sempre io...poi il programma era claudio e mamma nel lettone su (oh, anche il lettone sta vivendo il suo magico momento, non è mai stato così usato come adesso....), io sul divano giù e così avremmo passato la nottata.
dopocena,ognuno per lasua  strada....claudio sul divano a fare zapping, nonna in cucina sulla sedia a guardare non so cosa alla tv, marco fuori con gli amici, io con cuscino e panno fuori sul lettino nel prato a cercare di stemperare una situazione sul lavoro che mi preoccupa tanto.
Naturalmente impiego 10 second iper addormentarmi.... mi sveglio ( che bello dormire sotto le stelle) , è già l'una passata,mi alzo, vado in casa convinta che giù non ci fosse nessuno e invece la nonna dorme sulla sedia con il capo reclinato sulla tavola ( era la posizione di mio padre.....)claudio dorme suldivano e i cani dormono sulle loro pedane..... cerco di svegliare claudio e dico, è tardi, porta la nonna a letto.... lui farfuglia qualcosa e continua a dormire..... io rassegnata mi siedo a computer e mi metto a fare le mie cose.....
la nonna si è svegliata alle 2, contenta perchè aveva dormito bene.... claudio l'ha accompagnata a letto ma lui ha preferito tornare giù sul divano....
...io ho il cuore ancora gonfio e non riesco a trovare il bandolo della matassa ( mi sento un pò fallimentare....)
adesso smollo tutti e me ne vado a lavorare... metto la musica a manetta e mi godo il laboratorio....
perchèmichele, non capisci che sono semplicemente diversa....perchè dobbiamo farci la guerra costantemente...perchè perchè.....
Martacolmagone

ps:   una notte frizzantina, con una magnifica luna e le stelle, e voi che ve ne state tutti a dormire non sapete cosa vi perdete


mercoledì 13 giugno 2012

IL TERREMOTO, LA MALATTIA, RAPUNZEL E LA GIOIA DEI BIMBI

inizio questo post con una preghiera rivolta a tutti coloro che hanno in cuore di aiutare le persone colpite dal terremoto. aiutateci come potete e grazie comunque, ma aiutateci anche trovare la forza di sorridere ai nostri bimbi, aiutateci a trovare il tempo di giocare con loro, aiutateci a trasmettere speranza ai nostri ragazzi e a condividere la loro voglia di vivere. 
Io ho la fortuna di abitare a bologna e quindi vivo di striscio il quotidiano stillicidio delle scosse, ma vi assicuro che genera ugualmente una paura dentro che non oso pensare a quel che provano coloro che sono proprio nel cuore dell'evento. 
Io faccio catering di professione e adesso stiamo fornendo cibo ad un gruppo di operai che stanno ricostruendo una fabbrica a Medolla.
 Stamattina guardavo i miei ragazzi lavorare di corsa per preparare i cestini, con la testa bassa e io con il fiato sul loro collo perchè si dessero una mossa (...questa e' una squadra, e noi siamo qui per vincere, tutti per uno, uno per tutti.....
...forza, forza, su su, sgambettare, muovere quelle braccine, dai, dai ......).... erano così belli...... e il piacere a fine giornata, di sapere che era andato tutto bene e ci avevano fatto i complimenti........ che belli che sono i giovani....
torniamo a Rapunzel......
allora.... uno dei miei più grandi pregi ( in mezzo a mille difetti, ma, come dico sempre al mio capo,non posso mica essere perfetta..... ) èquello di tirarefuori dalle persone il meglio che hanno dentro.....in modo e maniera che quello che viene fuori in squadra è sempre meglio di quel che sarebbe uscito se avessimo lavorato singolarmente.
questo avviene anche con la Sel. la sel è mia nipote ( parlerò di lei più a lungo in altri momenti) e questa torta è opera sua. di mio c'è solo l'idea.quando il tempo tiranno me lo consente mi piace fermare i lavori in corso..... venerdì per fortuna cisono riuscita.....


 questa è sel perplessa per comesta uscendorapunzel..... e questesono le torri




e così vedete in sequenza, raperonzola durante la chemio, con la parrucca e nello splendore post/trucco..... e adesso...... la gioia dei bimbi!!!!!!!!!!!! ( naturalmente il castello aveva le stanze di gelato.....essennò che castello magico era.............!!!!!!!)





AV SALUT, BON DE'
Martanonna
LO SAI CHE I GIRASOLI SON ALTI ALTI ALTI, E IO SON PICCOLINA ,E IOSON PICCOLINAAAAAA....
LO SAI CHE I GIRASOLI SON ALTI ALTI ALTI...... SON NATA OCARINA CHE COSA CI VUOI FAR???????
E BASTA MAIL, CHE C'HO DA Fà.......

CHIARIAMO UN ATTIMO , TANTO PER CAPIRCI ANCORA MENO

....intanto questo non è il blog di Marta ma è il blog di marta e di quelli che passano di qua ( ma non so come si fa a correggere).......
....nasce dalla voglia di far sorridere e di scambiare chiacchiere senza capo nè coda per il puro piacere di stare insieme..... 
......non so se si è notato ma io amo scrivere...............e scrivendo mi piace eccedere con i puntini, per dar spazio a chi legge di aggiungere quel che vuole.........
......... possiedo una grande fantasia......... tengo molto alla bimba che è dentro di me...........
......mi piace scrivere in dialetto bolognese ma pur avendo tentato di fare un corso (sono secchiona inside) mi piace scriverlo come lo parlo, tutto strafalcionato.........
........quando termino amo esprimere il mio statod'animo con Marta e attaccato  quel che che sento (martaclasemparfuria, martadessobastachec'hodafà martallegratrallà......)....
...anche la tastieradelcomputer apprezza questa cosa, al punto che il tasto spazio hadeciso di suicidarsi, quindi troverete sempre nei miei scritti un sacco di errori che non ho intenzione alcuna di correggere, sembrerà sempre che vi faccialeggere lamalacopia ( questo me l'ha insegnato mia sorella DINONELIEVITOMADRE).............
....non cercate un filo logico, io divago,divago.... perdo sempre il filodeldiscorso, devo fare almeno3 cose contemporaneamentealtrimenti non sto bene..........
........qui conviveranno la banda dal cappello rosso con il gruppo dell'ortobalengo, i creativi lenti, i creativi che lasciano il segno, villa arzilla, e chi più ne hapiù ne metta....
...entrino siori, entrino.....che ci divertiamo....
Martachedueismeicheuan

.....LE CANNE DI IERI, OGGI E DOMANI....

............IL CARTELLO DICEVA.........FONTANA DELLA GIOVINEZZA (potabile).....
 
e questa è la mia mamma Cesira con la Ciana, suo fratello, ovvero sia mio zio.
Martabiricchinabirricò...........non si insegna alle mamme di farsi le canne..........
e perchè no? ....................
lei fa parte di villa Arzilla, ed è arzilla di nome e di fatto.
 Merito dell' acqua della fonte della giovinezza, e della menta dell'orto dei girasoli.........
è piaciuta a tutti questa idea alla festa dei girasoli....nella damigiana mettete acqua,menta e ghiaccio.
copiatela. 
e imparate a non fermarvi all'apparenza.
Martasaggia
 e per oggi basta scrivere che c'ho da fà.....

martedì 12 giugno 2012

lunedì 11 giugno 2012

MARTA-POPPINS

                                          Marta-Poppins

C'era una volta,
non tanto tempo fa, in una cittadina grigia e nebbiosa,
un vecchio agri...storante,
dove tutti camminavano a testa bassa,
 facevano sempre le solite cose....che barba che noia, che noia che barba...
c'erano una colf, un giardiniere, una chiacchierona, una lavapiatti, uno scudiero, una ficcanaso, c'erano tutti, ma non c'era nessuno....
ogniuno, vagava, girava, passava, ma che faceva? si annoiava.... e che barba, e che noia....
....e che monotonia... tutti facevano, ma nessuno faceva niente,
tutti cominciavano, ma nessuno finiva..... vai tu, no, no, prego vai avanti tu, ti lascio fare....si  accomodi...
e c'era anche, una capa,
 annoiata pure lei, che se ne stava tutto il giorno in giardino a mugugnare:
"eehh, uff, mah, ohi, eeeehh, mmmh, che posto grigio, che grigio posto..." e tra uno sbadiglio e l'altro arrivava sera.

Ma un bel giorno, udite udite
zitta zitta,quatta, quatta, col suo ombrello e la sua borsetta di pelle impolverata ( marchio wolf naturalmente),

scese silenziosa dal cielo Marta-poppins (antenata di Mary-poppins ovviamente)..
...e in punta di piedi atterro' su quel giardino!-----



....la capa trasali':  "e tu chi sei?"
"Marta-poppins" rispose,
..."ma tu che fai?", domando' la capa incuriosita,
" taglio, affetto, sminuzzo, impasto, amalgamo, monto, creo, distruggo, ricreo, invento, illudo, illumino, stupisco, dipingo, coloro...."
" si, si, ma in sintesi?".....
"La sintesi non c'e', sono Marta, Marta-poppins punto e basta!"
la capa penso', "questa poppins ha le palle!"
la poppins penso' " questa capa mi piace!"
Ok, disse la capa, vediamo un po' cosa sai fare...
la poppins allora si intrufolo' in cucina e sotto lo sguardo incuriosito e malizioso di tutti,
apri' la sua piccola borsetta, e comincio' a tirar fuori quel che c'era....
...set di coltelli serie sho-gun, sacche pos con beccucci di ogni forma, stampi, stampini in gomma ultima generazione, fruste e frustini, imbuti, palette, secchielli, pentole, pentolacce, pentolini, termometri, mattarelli da 20 a 120 cm, pattini, cronometro, taglieri in legno, impastatrici da zereussa, e chi piu' ne ha piu' ne metta, ....
...il pubblico era in delirio, la chiacchierona era rimasta senza parole, alla lavapiatti erano cadute le braccia, il giardiniere era di rimasto di sasso, insomma, a ogniuno la sua, ma tutti di stucco....
era tutto un gran vociare, e tutti a chiedersi ma chi era quella li,
 e che voleva, e soprattutto cos'era tutta quella fretta?
....aveva perso la scarpetta? oppure il treno?
...e cos'era tutto quel dafare, e quell'inventare?
...dai tempi in cui a mangiare veniva anche Noe' , il menu' non era mai cambiato....
Ma la poppins non si fece intimidire, e col sorriso sotto i baffi, sfodero' da sotto il berretto....
.....un gran fischietto, e FFFFFFFFIIIIIIIIIIIII.....
..."tu giochi in prima, tu in base, tu sarai il battitore, tu deciderai gli schemi,e tu segnerai il tempo...
...questa e' una squadra, e noi siamo qui per vincere, tutti per uno, uno per tutti.....
...forza, forza, su su, sgambettare, muovere quelle braccine, dai, dai ( si era un po' fatta prendere!)..."
ma in men che non si dica, con l'aiuto del suo magico schiocco di dita, il menu' fu fatto,
i tavoli furono addobbati, i commensali serviti!
E tutti, nessuno escluso fece la scarpetta, e si lecco' le dita!
E mentre la capa era alle stelle,
la Marta se la rideva a crepapelle, tutti erano sorridenti,
non piu' annoiati, da quel giorno erano motivati,
e contenti di inventare, ma soprattutto di imparare,
perfino la chiacchierona aveva smesso di parlare, e stava ad ascoltare!
Un'altra scommessa era vinta, un'altra battaglia superata.

Ecco signori, questa di Marta-poppins e' la storia,
ma noi lo sappiamo,
se somiglia alla sua antenata, in men che non si dica ,
da qualche altra parte sara' gia' volata,
ci sono ancora tante scommesse da fare,
ancora tante cose da imparare,
e tante tante storie da inventare,
con quel sorrisetto tra i denti...
...saran tutti felici e contenti!